Please follow & like us :)

Mosche in bottiglia


  • Giorgio Caproni, bontà della guida

    Nella poesia di Giorgio Caproni si manifesta spesso la richiesta di informazioni circa la strada da seguire. Il poeta rappresenta un viaggiatore in cerca di una destinazione che non trova, […]

  • Laurel e Hardy, una sconnessa armonia

    In una scena particolarmente ispirata del film Stanlio & Ollio, in questi giorni nelle sale, i due attori sono a Londra nella camera di albergo di Oliver, vittima qualche giorno prima […]

  • Comica finale. Poesie per Stanlio e Ollio

    E’ da qualche giorno nelle sale italiane il film Stanlio & Ollio di Jon S. Baird con gli straordinari Steve Coogan nei panni di Laurel e John C. Reilly in […]

  • La cultura in tv secondo Ungaretti

         

  • Il viso di Aznavour

    “Je vous parle d’un temps / Que les moins de vingt ans / Ne peuvent pas connaitre”. Comincia così una delle più note canzoni di Charles Aznavour. Quel tempo, che […]

  • Dai suoi raggi

    Alla mia poesia Dai suoi raggi è dedicato l’ottavo dei totem poetici presenti per le vie di Ponte di Legno. L’istallazione, collocata in prossimità del complesso scolastico della cittadina della […]

  • Se Vargas Llosa guarda le stelle

    Mario Vargas Llosa visita l’Osservatorio astronomico delle Canarie presso l’isola La Palma, la più piccola dell’arcipelago. Di fronte alla luce che “non è di questo mondo”, ma è “quella di […]

  • Terra, poesie per la rivista Svirgole

    Il primo numero della rivista Svirgole, i quaderni di arteterapia pubblicati da Libriliberi e voluti dalla Associazione C.R.E.T.E. (Centro Richerche Europeo Terapia Espressiva), è dedicato al tema delle Mappe e […]

  • Uno sguardo Controcielo: gli Orizzonti di Angelo Noce

    Il percorso artistico di Angelo Noce, iniziato con piena consapevolezza già negli anni Settanta, approda felicemente ad una nuova significativa tappa con la mostra Controcielo, allestita nella preziosa cornice delle […]

  • Giorgio Orelli: la realtà corre sui tasti della Olivetti

    La poesia di Giorgio Orelli si è spesso circondata di eventi minimi, muovendosi in una geografia dell’ordinario, alimentata da un rapporto con la realtà che potremmo dire dettato dalla consuetudine. […]