PROMEMORIA di Andrea Bajani (Einaudi)

Giuseppe Grattacaso/ Novembre 12, 2017/ Recensioni/ 0 comments

Che cosa si scrive sulla lavagnetta, solitamente posta in un angolo un po’ nascosto della cucina, usata come promemoria? Naturalmente “le cose da non dimenticare”, i piccoli gesti quotidiani, come andare in lavanderia a ritirare un capo o recarsi a scuola per un colloquio con il professore di un figlio: gli atti di tutti i giorni, così necessari e tanto

Read More

IL MOTO DELLE COSE di Giancarlo Pontiggia (Mondadori)

Giuseppe Grattacaso/ Novembre 1, 2017/ Recensioni/ 0 comments

Procedendo nella sua maniera pacata e estremamente controllata, disegnando in maniera netta e senza sbavature ogni singolo verso, come ci ha abituati nelle precedenti raccolte, Giancarlo Pontiggia in Il moto delle cose, pubblicato nella collana mondadoriana dello Specchio, si muove nell’ostinata, a tratti commossa, ricerca di un senso che possa spiegare l’esistenza e il suo divenire nel tempo, che possa

Read More

Arrampicato su un albero. Ricordo di Pierluigi Cappello

Giuseppe Grattacaso/ Ottobre 1, 2017/ Senza categoria/ 0 comments

di Alessandro Fo   Desidero scrivere qui poche «parole povere», a caldo, per salutare Pierluigi nel momento in cui si ricongiunge ai suoi amati genitori, e scelgo intenzionalmente di farlo da un punto di vista personale. Poche persone ho conosciuto, nella mia vita, che abbiano saputo portare una testimonianza tanto diretta ed evidente dell’importanza della cultura, specialmente letteraria, e in

Read More

Giorgio Orelli: la realtà corre sui tasti della Olivetti

Giuseppe Grattacaso/ Settembre 8, 2017/ Mosche in bottiglia/ 0 comments

La poesia di Giorgio Orelli si è spesso circondata di eventi minimi, muovendosi in una geografia dell’ordinario, alimentata da un rapporto con la realtà che potremmo dire dettato dalla consuetudine. La tangibilità del mondo reale è d’altra parte sempre elemento sostanziale delle sue liriche. E’ proprio nell’usuale svolgersi dei fatti, nella trita regolarità di quello che ci è davanti, che

Read More

LE NOTTI ASPRE di Evelina De Signoribus (Il Canneto)

Giuseppe Grattacaso/ Settembre 2, 2017/ Recensioni/ 0 comments

La poesia di Evelina De Signoribus è costantemente mossa da un’esigenza di equilibrio, che non è solamente rivolta in direzione della ricerca formale, ma nasce dalla volontà di trovare un’armonia, una possibilità di bilanciamento tra le cose e gli avvenimenti che animano l’esistenza. La poesia si è come data l’impegnativo obiettivo di portare alla luce il rapporto esistente, e il

Read More

Il canarino

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 25, 2017/ Poesie/ 0 comments

(versi fischiati a Saba) nel mondo dei volatili mi perdo U. S.   Hai chiuso tante volte la finestra perché volasse nella stanza angusta il canarino, forse gli fischiavi per essergli vicino, diventavi esile, tutto piume, becco a becco gli porgevi il panìco, quello prodigo lo spargeva dintorno, vecchio Saba cercavi di volare, con che grazia lanciavi le tue attese

Read More

Saba, come un uccello

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 23, 2017/ Mosche in bottiglia/ 0 comments

Quando Pier Antonio Quarantotti Gambini si decise a dare alle stampe la sua raccolta di poesie Racconto d’amore, pensò di scrivere una lettera all’amico Umberto Saba, che era morto da qualche tempo. Nella lettera confessava di avere preferito che la vicenda di cui era stato protagonista, e che dunque dava luogo per la prima volta ad una narrazione non d’invenzione,

Read More

IL LIBRO DEGLI AMICI di Elio Pecora (Neri Pozza)

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 19, 2017/ Recensioni/ 0 comments

Un eroe attraversa le vicende e le memorie raccontate ne Il libro degli amici di Elio Pecora (Neri Pozza), ed è lo stesso narratore, che non vuole essere oggettivo e nemmeno pretende di scomparire per lasciare spazio ai personaggi rappresentati, anzi tiene a precisare fin dalla breve introduzione che “il ritratto appartiene al ritrattista, e questi, intanto che ritrae, caccia

Read More

COMICA FINALE

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 7, 2017/ Poesie/ 1 comments

(tre poesie per Laurel and Hardy) Sessanta anni fa, il 7 agosto del 1957, moriva Oliver Hardy. Aveva 65 anni. Negli ultimi tempi era stato vittima di un infarto e poi di un ictus, che lo avevano costretto ad una dieta rigidissima. Stan Laurel ebbe poi alcune offerte di lavoro, che rifiutò, poiché aveva deciso di non recitare più senza

Read More

Natalia Ginzburg, le parole da non gridare

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 5, 2017/ Mosche in bottiglia/ 0 comments

“Noi siamo cinque fratelli. Abitiamo in città diverse, alcuni di noi stanno all’estero e non ci scriviamo spesso. Quando c’incontriamo, possiamo essere l’uno con l’altro indifferenti o distratti. Ma basta, fra noi, una parola. Basta una parola, una frase: una di quelle frasi antiche, sentite e ripetute infinite volte, nel tempo della nostra infanzia. Ci basta dire: ‘Non siamo venuti

Read More

IL MATTINO DI DOMANI di Renzo Paris (Elliot)

Giuseppe Grattacaso/ Agosto 1, 2017/ Recensioni/ 0 comments

Renzo Paris confessa che le terzine, delle quali si compone la sua più recente raccolta di poesie Il mattino di domani, pubblicata da Elliot, sono “intrise” di quella che chiama la sua “ridicola vecchiaia”. E’ una dichiarazione che si ripropone, sotto forme diverse e in maniera più o meno esplicita, per tutto il libro e che risulta tanto più significativa

Read More

SULITA’ di Nino De Vita (Mesogea)

Giuseppe Grattacaso/ Luglio 5, 2017/ Recensioni/ 0 comments

La poesia di Nino De Vita è sorprendente. E’ insieme antica e modernissima, si ciba di un dialetto in uso, e forse neppure più tanto, in un territorio geograficamente piuttosto limitato e riesce a farsi intendere ben al di fuori dei confini nazionali, proprio perché paradossalmente utilizza una lingua poetica vicina ad esperienze culturali di respiro europeo. E’ una poesia

Read More