Mosche

Mosche in bottiglia è il titolo di una raccolta di poesie di Leonardo Sinisgalli, pubblicata nel 1975. E’ un libro che ho amato e amo molto. Spero che Sinisgalli dal suo posto ultramondano (esisterà nell’aldilà un giardino per i poeti ingegneri?) non se ne abbia a male se uso le sue parole per dare un nome a questo blog. In fondo, i post affidati alla rete sono come messaggi in bottiglia, ma hanno ancora meno possibilità delle bottiglie di arrivare a destinazione. Come mosche, girano e girano, anche un po’ fastidiosamente, e si perdono. Cosa sarà di loro?
In questo blog si parlerà di poesia e di altro. Quando si parla di poesia, si deve sempre accettare di guardarsi intorno, di allungare lo sguardo su tutto quello che non è poesia e potrebbe diventarlo. Eventi, oggetti, animali, insetti, anche le mosche, sono insignificanti finché non si parla di loro.

Questa di seguito è una poesia di Sinisgalli, tratta da Mosche in bottiglia.

 A casa mia
A casa mia si parla
con le mosche si vive
in compagnia delle mosche
d’inverno e d’estate
dov’è la mosca
come sta la mosca
è sparita la mosca
si grida quando si ritorna.

767 Total Views 1 Views Today

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *